foto1
foto1
foto1
foto1
foto1
info@macaboreditore.it
macaboreditore@libero.it

Carrello

Il carrello è vuoto

Login

 

XIII vol. Quaderni di arenaria 78

Pag. 77  da i QUADERNI DI ARENARIA

Pin It

Una preziosa figura quella di Maria Grazia Ferraris che nel panorama esegetico-letterario attuale occupa un posto di rilievo per numerose pubblicazioni (poesia, narrativa, saggistica) incise in cartaceo o online. Dai suoi numerosi interventi sul blog Alla volta di Lèucade, di cui è assidua collaboratrice, e da quelli su altri importanti siti, possiamo ricavare una connotazione precisa dei suoi intendimenti poetici e linguistici. Non è di certo simpatizzante di una poetica basata sulla riforma prosastica del verso che avrebbe voluto egemonizzato la poesia italiana del tardo 900. Né tanto meno del correlativo oggettivo di stampo eliotiano vòlto alla spersonalizzazione, allo annullamento delle emozioni memoriali, o a qualsiasi ingresso di natura autobiografica. Il suo mondo ruota attorno ad una visione panica dell’universo poematico, attorno alla concretizzazione dei turbamenti soggettivi in figure naturistiche di cui si mostra e si è mostrata conoscitrice attenta ed esperta. Insomma un mondo contrario a quello di cui sopra, intriso di soggettivismo e di subbugli esistenziali cristallizzati in sinestetici allunghi non di rado di classica positura classico-formale. A conferma credo sia utile riportare qualche stralcio tratto dai suoi scritti su Lèucade:”… Il  vero problema mi pare sia quello di interrogarci sul tema più sotterraneo, più culturalmente intrigante dell’identità e dell’autenticità, tema che sta alla base del romanzo, e che si deve pur affrontare convivendo con le modernità esasperate, mutanti e rutilanti della globalizzazione…”,”… È proprio la necessità di trovare un senso  ai nostri incubi quotidiani, alle nostre paure, nelle promenade europee, o tra la polvere dei bombardamenti siriani, che la letteratura scava di nuovo nelle sue origini per cercare una spiegazione che può essere la ciclicità della storia, o il fatto che l’umanità è irrimediabilmente piccola, feroce, vendicativa, ma capace anche di gesti nobili, di amore e sacrificio…”, “… Stanno andando in fumo anche  i ricordi, una parte della giovinezza di ognuno di noi, la memoria di serene camminate nel bosco, le albe celesti al Forte di Orino, i tramonti dal Sacro Monte, il fruscio delle chiome dove lo scoiattolo corre felice, i fiori di montagna, le prime primule, le peonie selvatiche e le centauree  dai colori solari… L’inferno dantesco offrirebbe a costoro una buona varietà di scelta di sistemazione …invece non so odiare, so solo dolermi, sentire una malinconia infinita, una tristezza amara per un paesaggio perso, morto, per una solitudine pacificante ricca  e riposante di vita in armonia con l’ambiente che è stata snaturato.

CONTINUA A LEGGERE

Pin It

Presentazione Trebisacce

Pin It

“Sud. Viaggio nella poesia delle donne”

di Bonifacio Vincenzi (a cura di)

Recensione di Ilaria Biondi e Caterina Stile

Sud

Sei regioni del Sud Italia, Calabria, Basilicata, Abruzzo, Molise, Campania e Puglia.

Dodici voci femminili, nei cui versi risuonano le “soffici bellezze” del nostro Meridione, ventre luminoso che culla la propria memoria nel respiro della Classicità.

Sollecitate dal curatore dell’antologia, il poeta, scrittore ed operatore culturale Bonifacio Vincenzi, le poetesse Elena Bartone, Angela Caccia, Daniela Pericone, Anna Petrungaro, Emilia Sirangelo, Maria Pina Ciancio, Federica D’Amato, Rosalba de Filippis, Anna Ruotolo, Carla Saracino, Ornella Spagnulo e Mara Venuto raccontano e si raccontano.

Le autrici selezionate vantano diverse pubblicazioni e premi prestigiosi, oltre ad essere attive culturalmente nel territorio in cui risiedono.

Quattro di loro vivono da tempo lontano dalla regione d’origine, otto hanno invece scelto di rimanere al Sud.

Due universi – scrittura poetica al femminile e Sud Italia – a lungo ingiustamente trascurati dalla critica letteraria (non sfugga la scarsissima presenza delle donne nelle antologie del Novecento).

Due isole circondate da un colpevole silenzio, seppur con lodevoli eccezioni come le recenti antologie Vertenza Sud, Al Sud del Sud dei Santi, Il rumore delle parole – 28 poeti del Sud e Quadernario Calabria – Quasi  a filo di luna.

Due mondi palpitanti che il progetto prezioso promosso dal Vincenzi (volo d’inizio di un importante lavoro in sei volumi) fa convergere, onde lasciarne fluire il canto vibrante.

Le poetesse invitate a lasciare traccia della propria Parola in questa antologia edita da Macabor  sono state chiamate ad autopresentarsi.

Modalità questa che accorcia le distanze tra poeta e lettore, consentendo a quest’ultimo di affacciarsi nell’officina segreta del “fare poesia”.

Per coglierne sommovimenti, urgenze e ancoramenti.

Ogni autrice apre le porte della propria esperienza di scrittura, svelando e condividendo il proprio alfabeto interiore.

Convocando frammenti e bagliori di una geografia dell’essere e dell’esistere.

Consegnando alla carta la propria devozione assoluta all’effimera ed enigmatica eternità del Dire.

Esperienza di scrittura e creazione che è, prima di tutto, un’esperienza di lettura.

 

CONTINUA A LEGGERE

Pin It

Questa uscita straordinaria de I Fiordalisi per invitarvi a conoscere un lavoro eccezionale, curato da Bonifacio Vincenzi ed edito per Macabor, che ho avuto la fortuna di ricevere e di poter leggere e che non posso non segnalarvi con entusiasmo e frenesia.

copertina2 piccNessuna logica di femminismo commerciale e becero al suo interno, bensì la proposta di una poesia, tutta al femminile, ponderata e studiata, in un tour cronologico e spaziale che si apre con il ricordo, dolcissimo e di grande valore letterario, di Giovanna Sicari eternamente viva nella sua produzione poetica e nelle pagine di grandi autori e amici che le ridanno linfa esistenziale.

Una selezione raffinata di versi differenti, uniti dal denominatore comune del garbo e dello spessore culturale.

Un piccolo fiore, questo almanacco, che chiunque ami la poesia e la letteratura, non può che chinarsi a cogliere.

Hanno collaborato a questo numero: Milo De Angelis, Roberto Deider, Elio Pecora, Davide Rondoni, Biancamaria Frabotta, Maria Grazia Calandrone, Elio Grasso, Guido Oldani, Rosarita Berardi, Michele Brancale, Pino Corbo, Gabriela Fantato, Anna Maria Farabbi, Luigi Fontanella, Giorgio Linguaglossa, Angela Lo Passo, Gianni Mazzei, Ivano Mugnaini, Maria Pia Quintavalla, Francesca Serragnoli, Gabriella Sica,Emilia Sirangelo, Rocco Taliano Grasso, Claudia Manuela Turco. La seconda parte, invece, presenta undici poetesse italiane collocate per aree geografiche italiane: Maddalena Bertolini, Lucia Gaddo Zanovello, Fosca Massuco (Nord Italia); Simona Cerri Spinelli, Cristina Laghi, Elisabetta Maltese (Centro Italia); Maria Pina Ciancio, Francesca Dono, Mara Venuto (Sud Italia); Valentina Neri, Sarah Tardino (Italia insulare). Nella parte, uno spazio dedicato a giovanissime poetesse italiane nate negli anni Novanta: Ilaria Caffio, Naike Agata La Biunda, Giulia Martini. Secolo Donna 2017 ricorda anche due poetesse scomparse: Fernanda Romagnoli e Carmela Pedone. E Rocco Taliano Grasso ne “La Rilettura” presenta il libro Lisa ama il blues della poetessa calabrese Marisa Righetti.

FONTE: Menti Sommerse

 

 

Pin It

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy


Cookie

I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l’esperienza di utilizzo di un sito.
Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive.
Oppure possono servire per fare dei “sondaggi anonimi” su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma “variabile=valore” (esempio: “dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente.

Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web.
Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato.

Alcuni browser consentono la “navigazione anonima” sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la “navigazione anonima” consultare la documentazione del browser utilizzato.

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

Google Adsense

Questo sito Web utilizza Google AdSense, un servizio per includere la pubblicità di Google Inc. (“Google”). Google AdSense utilizza i cosiddetti “cookie”, file di testo che vengono salvati sul tuo computer e che consentono un’analisi dell’utilizzo del sito Web. Google AdSense utilizza inoltre i cosiddetti Web beacon (grafici invisibili). Questi Web beacon permettono di valutare le informazioni come il traffico dei visitatori su queste pagine.

Le informazioni generate tramite cookie e Web beacon circa l’utilizzo di questo sito (compreso il tuo indirizzo IP) e la consegna dei formati pubblicitari vengono trasmesse a un server di Google negli Stati Uniti e memorizzate lì. Queste informazioni possono essere trasmesse, da Google, ai suoi partner. Google, tuttavia, non assocerà il tuo indirizzo IP con altre tue informazioni memorizzate.

Puoi interrompere l’installazione dei cookie modificando l’impostazione corrispondente nel tuo browser; tuttavia, ti facciamo presente che in questo modo potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito. Utilizzando il presente sito web, dichiari di essere d’accordo con l’elaborazione dei tuoi dati da parte di Google ottenuti nel modo e per lo scopo indicati.

Se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email all’indirizzo info@macaboreditore.it
Facebook